L'uomo e la donna: uguali, ma profondamente diversi.

Diversi nel fisico, diversi nel tipo di pensiero e di espressione.
Due modi di affrontare la vita che convivono da sempre sulla terra, cercando un accordo che consenta loro di trovare l'armonia.

Alle diversità fisiche e psicologiche, tra uomo e donna, si sommano poi le diversità culturali, cioè tutte quelle regole e condizioni, che sono state formate nelle varie società e dai tempi passati ad oggi, per definire il ruolo maschile o femminile.

Perfino i simboli scientifici, che vengono usati per il maschile e il femminile, risentono di questi condizionamenti culturali e sociali.

Il simbolo della donna rappresenta un piccolo specchio rotondo con l'impugnatura a croce. E' lo "specchio di Venere", che ci descrive una donna, all'interno della sua casa, che si fa' bella guardandosi allo specchio; un ruolo femminile di maniera, che vede la donna soltanto dal punto di vista della bellezza del suo corpo, destinato a sedurre l'uomo.

Il simbolo dell'uomo, invece, viene rappresentato come uno scudo rotondo, dietro il quale spunta, di traverso, la punta di una lancia. E' lo "scudo di Marte", il dio della guerra. Secondo questa indicazione l'uomo esiste solo fuori di casa, a far la guerra ai nemici e a cacciare gli animali, da portare poi a casa, alla sua donna, che li cucinerà per la famiglia.

Da questa condizione derivava il fatto che era l'uomo ad avere il potere, perché era solo lui a mantenere la famiglia con la caccia o il lavoro. Questa realtà, che si è formata al tempo degli uomini primitivi, ha influenzato tutti i tipi di società che si sono avvicendati da allora in poi. Il maschilismo, che l'ha fatta da padrone fino alla prima metà del Novecento, è quindi l'espressione di tempi lontani, di situazioni che non esistono più da secoli. Eppure ci sono ancora degli uomini che pensano di essere superiori alle donne.

Oggi questi ruoli sono cambiati e cambiano di giorno in giorno, ma l'uomo e la donna restano diversi.
Però, fin dai tempi più antichi, l'uomo e la donna si sono uniti per vivere insieme, formare una famiglia, avere dei figli.

Se fare l'amore non fosse così piacevole, l'umanità si sarebbe estinta da tempo.
Questa realtà, costituisce uno dei motivi per i quali si forma la coppia e influenza la scelta del partner.

Ma anche nella scelta del partner, siamo guidati e influenzati dall'istinto più antico, quello della sopravvivenza della specie.

La pin up, la maggiorata, la donna 60-90-60, è un modello che trova successo ancora oggi; ce ne rendiamo conto se guardiamo la televisione, il cinema, la pubblicità. Donne dalle curve pronunciate, con profonde scollature, abiti stretti sui fianchi e minigonna; questo è il tipo di donna che viene proposto dai media.

Ma dovremo renderci conto, che questa preferenza è influenzata, fin dai tempi degli uomini primitivi, dall'istinto del maschio di trovare una femmina che possa avere dei bambini (fianchi larghi) e allevarli (seno abbondante). Si tratta di un imprinting, un modello che la natura ha immesso negli uomini, al fine di far sopravvivere la specie umana.

Le donne, da parte loro, preferiscono da sempre l'uomo forte e affidabile. Questa scelta rispecchia la ricerca di sicurezza che le donne del passato mettevano in atto, quando desideravano formare una coppia stabile e avere dei figli. All'epoca modello dell'uomo fisicamente forte garantiva la sopravvivenza, per le sue abilità di cacciatore, lavoratore, guerriero.

Dall'Ottocento ad oggi, però, l'uomo forte viene identificato non più come l'uomo alto e muscoloso, ma piuttosto come il professionista di successo, l'uomo politico, l'industriale, il benestante, il ricco, il potente.
Visto che, per sopravvivere, non si deve più andare a cacciare gli animali con l'arco e la lancia, come facevano gli uomini primitivi, i soldi e la posizione sociale, si sono sostituiti alla prestanza fisica.

Ma oltre alle preferenze sessuali e istintive, ci deve essere qualcos'altro che tiene insieme le coppie per anni ed anni, magari per tutta la vita.
Questo qualcos'altro è l'amore, una cosa abbastanza misteriosa, un sentimento del quale presto ci occuperemo.

NOTA:

Ogni terapia viene individualizzata e monitorata per ciascun paziente dallo psicologo, secondo la sua competenza ed esperienza.

Questi articoli costituiscono soltanto delle schede informative, e non possono, in alcun modo, sostituirsi al rapporto diretto psicologo-paziente, che si realizza nel corso della psicoterapia.